Sergey Prokofiev: Pierino e il lupo, op.67 – Guida all’ascolto

Prokofiev_Pierino-e-il-lupoPierino e il lupo di Sergej Prokofiev è un brano direi … immediato: basta infatti seguire il testo della narrazione e ascoltare la musica … che il tutto sarà molto chiaro 🙂

Per questo non farò qui una guida all’ascolto classica ma ti fornirò solo alcuni spunti secondo me interessanti per entrare meglio nel pezzo.

Come dicevo nell’introduzione al pezzo, ogni personaggio o animale è rappresentato da uno strumento o da un gruppo di strumenti appropriato perché lo scopo, pedagogico, di Pierino e il lupo è quello di far conoscere e distinguere i timbri dei vari strumenti.

La favola comincia con la presentazione dei vari personaggi associati agli strumenti che fanno sentire il tema che poi comparirà ogni volta quando si parlerà di lui.

Il brano inizia con il tema di Pierino affidato agli archi (a 07:13 del video che ho scelto per fare questa guida all’ascolto).

A 08:11 entra il flauto con il tema dell’uccellino che, a 08:40 gioca con Pierino.

L’anatra arriva a 09:42 e qui ogni tanto si sente l’uccellino svolazzare qua e là, finché i due animali si affrontano a cominciano e litigare tra di loro, a 10:59.

A 11:59 arriva il gatto (Prokofiev a questo punto scrive in partitura, sotto la pare del clarinetto, con eleganza).

A 12:47 un accordo fortissimo di tutta l’orchestra (compresi i piatti) ci fa sobbalzare e prima ancora che il narratore cominci a parlare si capisce subito che … qualcosa non va!

Il gatto cerca di capire come fare per prendere l’uccellino quando, a 14:00, esce dalla casa il nonno di Pierino, brontolando all’inizio e arrabbiandosi poi.

A 16:17 arriva il lupo: i tre corni sono accompagnati dal tremolo degli archi e dei piatti in piano con due crescendo-diminuendo.

Il gatto, spaventato, si arrampica velocemente sull’albero (a 17:30), con un tempo Nervoso, è scritto in partitura.

A 18:53 i violoncelli soli hanno una nota acuta (un mi quarto spazio in chiave di violino) con un armonico (che quindi fa risultare il suono di un’ottava più alto): in questo punto Prokofiev scrive in partitura un tempo di Andante e sotto il pentagramma dei violoncelli scrive doloroso per rappresentare il lamento sommesso dell’anatra nella pancia del lupo.

E subito dopo, quando entra l’oboe (quindi lo strumento che rappresenta l’anatra), in pianissimo, Prokofiev scrive doloroso e espressivo.

Una cosa interessante succede a 22:32: Pierino, arrampicatosi sull’albero, chiede all’uccellino di svolazzare intorno al lupo.

Qui Prokofiev usa uno stratagemma, passami il termine: propone cioè al flauto l’incipit del tema di Pierino (che torna poi ad essere proposto dagli archi), mostrando così la complicità tra questi due personaggi.

A 23:08 il lupo tenta di acchiappare Pierino facendo dei salti che sono rappresentati da accordi staccati e veloci in forte e marcatissimo, è scritto in partitura, mentre subito dopo (a 23:23) in un forte, giocoso con brio torna il flauto con il tema di Pierino che, nel frattempo, aveva fatto un nodo alla corda che fa scendere dall’albero: qui (a 24:12) Prokofiev descrive quest’azione con una scala cromatica discendente (farcita da note di volta superiori) affidata ai violini primi che suonano in pianissimo con la sordina.

Il racconto finisce con una marcia trionfale di Pierino e degli altri personaggi mentre portano il lupo allo zoo: in questa parte conclusiva Prokof’ev approfitta per far sentire di nuovo i vari temi usati durante la favola.

Vorrei farti notare il tema di Pierino che questa volta viene proposto a 29:10 dai corni, quasi ad indicare che, come era successo prima con il flauto, ora il lupo è grato a Pierino per il fatto che questi ha impedito ai cacciatori di ucciderlo.

Sergej Prokofiev: Pierino e il lupo, op.67 – Partitura

4 thoughts on “Sergey Prokofiev: Pierino e il lupo, op.67 – Guida all’ascolto

  1. Ettore said:

    Molto bella e completa. Complimenti!

  2. Ettore said:

    Importante il vostro lavoro divulgativo ed educativo.
    Spero che le scuole lo sappiano apprezzare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!



Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment