Robert Schumann: Kinderszenen (Scene infantili) op. 15 – Introduzione

RobertSchumannKinderszenen (Scene infantili) op. 15, è un’opera per pianoforte di Robert Schumann (1810 – 1856) scritta nel febbraio del 1838.

La partitura è scritta in un periodo piuttosto tormentato della vita del musicista, che contrasta con il carattere quieto e calmo dell’opera, in cui Schumann, innamorato di Clara Wieck, si vede rifiutare la mano della ragazza dal padre di questa.

Tuttavia in questo anno nacquero diversi capolavori pianistici, tra cui anche Kreisleriana.

È un’opera libera e, nello stesso tempo, profonda, introspettiva, psicologica, quasi intima, di una grande complessità a livello di sentimenti, spesso contrastanti: nella loro innocenza i bambini sprigionano una luce che però si perde rapidamente una volta grandi e Schumann ci fa toccare con mano questa luce con grande poesia.

Egli riesce a percepire con una forza di penetrazione incredibile il mondo nascosto e immaginario dell’infanzia attraverso i suo sentimenti essenziali: la curiosità, la paura, l’impazienza, la felicità, la malinconia, …, mostrandoci così un bambino giocoso ma anche supplicante, sognante, … , tanto da dire:

sono degli sguardi buttati all’indietro, al passato, reminiscenze di un uomo adulto per gli uomini della sua età”.

Le Kindeszenen sono quindi l’idea fantastica che Schumann ha dell’infanzia e, come tale, non descrivono nessun episodio specifico.

La scrittura pianistica è piuttosto semplice a livello esecutivo; tuttavia quest’opera non è stata pensata da Schumann per essere eseguita da bambini (quindi da piccole mani, come invece succede con l’Album per la gioventù op. 68).

La semplicità è piuttosto da ricercare nelle melodie naturali e spontanee (tutte imparentate tra di loro, in quanto si rifanno tre cellule fondamentali, nelle successioni armoniche essenziali ma non banali, nella successione dei vari brani.

I titoli di questo lavoro, formato da tredici brevi brani diversi l’uno dall’altro per carattere e clima espressivo, furono dati dal compositore in un secondo momento.

Essi sono:

  1. Da paesi e uomini stranieri (Von fremden Ländern und Menschen)
  2. Storia curiosa (Kuriose Geschichte)
  3. A rincorrersi (Hasche-Mann)
  4. Fanciullo che supplica (Bittendes Kind)
  5. Abbastanza felice (Glückes genug)
  6. Avvenimento importante (Wichtige Begenbenheit)
  7. Sogno (Träumerei)
  8. Al camino (Am Kamin)
  9. Sul cavallo di legno (Ritter vom Steckenpferd)
  10. Quasi troppo serio (Fast zu ernst)
  11. Bau-Bau (Fürchtenmachen)
  12. Bambino che s’addormenta (Kind im Einschlummern)
  13. Il poeta parla (Der Dichter spricht)

Quest’opera fu pubblicata nel 1839 da Breitkopt & Härtel, a Lipsia.

Robert Schumann: Kinderszenen (Scene infantili) op. 15 – Partitura

Robert Schumann: Kinderszenen (Scene infantili) op. 15 – Guida all’ascolto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!

Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment