Ludwig van Beethoven: Sinfonia n. 9 in re minore op. 125 “Corale” – Introduzione

Sembra che il progetto di scrivere una sinfonia con coro abbia tentato lo spirito di Ludwig van Beethoven (1770 – 1827) ben prima dell’inizio della composizione di questa Nona Sinfonia: già nel 1807, infatti, il musicista aveva pensato di concludere con un coro religioso la Sinfonia Pastorale, e alcune situazioni melodiche della Nona Sinfonia si trovano in un’opera come la Fantasia per pianoforte, orchestra e coro del 1808, opera che potrebbe anche essere considerata come un abbozzo della sinfonia stessa, dato che qui compare per la prima volta il tema musicale dell’Ode alla gioia (Ode an die Freude) di Friedrich …Read more »

Edgard Varèse: Amériques – Introduzione

Tra il 1918 e il 1921, Edgard Varèse (1883 – 1965) compose a New York Amériques, questa prima partitura, la più ampia, che fu il secondo grosso scandalo dopo Le Sacre du Printemps di Igor Stravinsky in quanto in quel periodo la musica era ancora impregnata di un certo romanticismo, di una certa armonia che la gente aveva l’abitudine di ascoltare (mentre Varèse, come Stravinsky, evita tutte le consonanze classiche). Il titolo non è inteso “come semplice nome geografico, ma come simbolo delle scoperte di nuovi mondi sulla terra, nello spazio o, ancora, nello spirito degli uomini”. Quindi in questo …Read more »

Robert Schumann: Concerto per pianoforte e orchestra in la minore op. 54 – Introduzione

Finita la Prima sinfonia all’inizio del 1841, Robert Schumann (1810 – 1856) compose per la moglie Clara una Fantasia in la minore per pianoforte e orchestra. È questo pezzo che diventerà, quattro anni più tardi, il primo movimento del Concerto per pianoforte e orchestra (unico concerto per pianoforte portato a termine dal compositore), terminato nel 1845, pubblicato da Breitkopf & Härtel di Lipsia nel 1846 e dedicato al pianista e compositore Ferdinand Hiller. Questo perché l’editore si rifiutò di pubblicare il solo Allegro affettuoso, considerandolo poco … vendibile! E sarà Clara Schumann che lo eseguirà diverse volte: per la prima …Read more »

Franz Schubert: Sonata per arpeggione e pianoforte, D. 821 – Introduzione

La Sonata in la minore, D. 821 per arpeggione e pianoforte fu scritta da Franz Schubert (1797 – 1828) a Vienna nel novembre 1824, ma fu pubblicata solo nel 1871 dall’editore Johann Peter Gotthard. Questa sonata è contemporanea del quartetto La morte e la fanciulla D. 810 e dell’ottetto D. 803 dello stesso autore e fu composta quando il musicista già si trovava in uno stadio avanzato della sifilide (i primi segni della malattia rimontavano al 1822) con episodi depressivi sempre più frequenti. Probabilmente questa fu una commissione del suo amico Vincenz Schuster, chitarrista affermato, che era un appassionato di …Read more »

Arnold Schoenberg: Pierrot lunaire op. 21 – Introduzione

Pierrot lunaire op. 21, è un’opera per voce e cinque strumentisti (che suonano in totale otto strumenti), spesso considerata come la più emblematica, composta da Arnold Schoenberg (1874 – 1951) nel 1912, commissionata dall’attrice Albertine Zehme (1857 – 1946), grande attrice viennese ma anche cantante wagneriana di talento. Il testo, composto da ventuno poemi, fu preso dal Pierrot lunaire scritto nel 1884 dal poeta belga Albert Giraud (1860 – 1929) nella traduzione tedesca (o, piuttosto, nell’adattamento molto libero) fatta da Otto Erich Hartleben (1864 – 1905). I poemi, la cui forma francese è piuttosto convenzionale (rondò in versi ottosillabi rimati), …Read more »

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!

Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment