Gli armonici (o suoni armonici)

Il suono armonico non è altro che un suono appartenente alla serie delle armoniche (ad esclusione della nota principale a partire dalla quale questi armonici si generano, detta fondamentale). Per spiegare questo argomento, prendo in prestito 😉 un articolo che ho scritto qualche tempo fa su suonolachitarra.it (l’altro mio sito), in cui mi sono occupata proprio degli armonici. Gli armonici cosiddetti naturali (detti anche armoniche) sono tutti quei suoni prodotti da un qualsiasi corpo vibrante: questi suoni non sono mai puri, ma sono formati dalla nota fondamentale e da tutti i suoni più acuti e meno intensi (come volume sonoro) che si generano e che difficilmente si …Read more »

Johannes Brahms – Ouverture tragica op. 81: Introduzione

L’Ouverture Tragica (o, in tedesco, Tragische Ouvertüre) op. 81, è stata scritta dal compositore tedesco Johannes Brahms (1833 – 1897) nell’estate del 1880, insieme all’Ouverture Accademica op. 80. L’occasione di scrivere questi due brani, forse gli unici pezzi di circostanza della sua produzione, fu data a Brahms dalla laurea honoris causa ricevuta nel marzo del 1879 da parte della Facoltà di filosofia dell’Università di Breslavia: il compositore, come ringraziamento, inviò queste due Ouvertures, complementari e opposte nello stile e nel carattere: “due gemelle: una piange mentre l’altra ride”. Brahms nel 1880 era nel pieno della maturità (aveva quasi 50 anni …Read more »

Claude Debussy – Prélude à l’après-midi d’un faune: Introduzione

Il Prélude à l’après-midi d’un faune è un brano sinfonico di Claude Debussy (1862 – 1918), eseguito per la prima volta nella sala d’Harcourt alla Société Nationale de Musique di Parigi il 22 dicembre 1894, data importante nella storia della musica: questo lavoro, infatti, segna l’inizio di una nuova epoca musicale e l’avvento della modernità, tanto da essere considerato come il prototipo dell’impressionismo musicale. Debussy lavorò su questo pezzo orchestrale dal 1892 al 1894; esso doveva essere il primo brano di un trittico (Preludio – Interludio – Parafrasi finale), ispirato da un’èglogue di Stephane Mallarmé del 1876, L’après-midi d’un faune, e queste …Read more »

L’imitazione

Per imitazione si intende un procedimento musicale in cui una frase melodica o una melodia viene ripetuta (cioè imitata) da una voce diversa da quella che l’aveva intonata poco prima. La prima presentazione della melodia è detta proposta o antecedente, mentre le imitazioni successive si chiamano risposta o conseguente e può essere a qualsiasi intervallo di distanza dall’originale, sia superiore che inferiore. L’imitazione può essere più o meno letterale e può riprendere integralmente la frase iniziale: in questo caso avremo l’imitazione stretta. Avremo poi: l’imitazione perfetta o regolare quando la risposta ripropone rigorosamente gli intervalli melodici della proposta, imperfetta o irregolare quando uno o più intervalli sono diversi, …Read more »

Piotr Ilic Ciajkovskij – Ouverture 1812 op. 49: Introduzione

L’Ouverture 1812 è una composizione per grande orchestra di Piotr Ilic Ciajkovskij (1840 – 1893) scritta per commemorare l’invasione della Russia da parte dell’armata di Napoleone e la sua devastante ritirata avvenuta nel 1812. In questa Ouverture, quindi, è descritto uno degli episodi più drammatici ed insieme gloriosi della vita della Russia: in quel periodo le truppe di Napoleone, l’Imperatore della Francia, avevano già assoggettato tutta l’Europa fino ad entrare in Russia. Ma qui la guerra durò pochi mesi e l’Armata francese fu sconfitta dalle truppe russe. “Per la Russia del XIX secolo la guerra contro Napoleone, le sue vittorie, la sua …Read more »

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!

Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment