Ludwig van Beethoven: Romanza in fa maggiore op. 50 – Guida all’ascolto

Beethoven_Romanza-op-50La Romanza in fa maggiore op. 50 di Ludwig van Beethoven, la più conosciuta e la più eseguita tra le due romanze, fu scritta non si sa esattamente quando, come nel caso della Romanza op. 40 (come ho già detto nell’introduzione).

È un Adagio cantabile la cui forma è vicina a quella di un rondò: l’atmosfera generale è più lirica e cantabile rispetto alla romanza op. 40 anche se è costruita in modo similare, con il dialogo tra il violino solista e l’orchestra (questo è il video che ho scelto per fare questa guida all’ascolto).

Il tema principale è una melodia di grande lirismo, una melodia raffinata, delicata, leggera e giocosa affidata al violino accompagnato dall’orchestra fin dall’inizio (prima dai soli archi e poi anche dagli strumenti a fiato).

Questo episodio si chiude a 01:20, con una breve coda su di un ritmo puntato che porta il violino ad esporre un nuovo motivo che ricorda il tema principale (a 01:41).

Ora il dialogo tra solista e orchestra prende il sopravvento fino ad uno piccolo frammento del violino che finisce su di un lungo trillo a 03:07.

Dopo l’ennesimo ritorno del tema principale, a 03:20, una modulazione al fa minore introduce un tema secondario a 04:54 più energico, vagamente romantico: esso ci riconduce di nuovo al tema principale, a 05:23, questa volta accennato dal solista e dai fiati, subito però interrotto da accordi arpeggiati e modulanti dell’orchestra.

Il dialogo fra il solista e l’orchestra, che riprende tutto il materiale tematico-ritmico sentito finora, riporta, nel finale a 06:37, il tema principale con la piccola Coda sul ritmo puntato.

Un nuovo episodio del solista, a 07:30, questa volta piuttosto difficile a livello tecnico e su un accompagnamento piuttosto sobrio dell’orchestra, ci porta ad un nuovo trillo del violino (a 08:02), sotto il quale agli archi viene affidata una veloce discesa che accompagnano il solista alla fine della romanza: la coda, dolce e progressiva, che vede il solista prevalere su un accompagnamento soffuso dell’orchestra, ci fa sembrare quasi di essere in un sogno.

Ludwig van Beethoven: Romanza in fa maggiore op. 50 per violino e orchestra – Partitura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!



Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment