Johannes Brahms: Variazioni su un tema di Haydn op. 56a (2) – Guida all’ascolto

Brahms_Variazioni-su-un-tema-di-Haydn-2Dopo aver ascoltato insieme il tema e le prime quattro variazioni delle Variazioni su un tema di Haydn, op. 56a per orchestra di Johannes Brahms, ora andiamo a vedere le altre quattro variazioni e il finale di quest’opera.

Anche la Quinta variazione (Vivace), siamo esattamente a 07:35 del nostro video, come già era avvenuto nella seconda, sviluppa le prime battute del tema originario, ma questa volta in tempo ternario: è una variazione che ha una forma simile allo scherzo di stile mendeissohniano, caratterizzato da note ribattute e accenti spostati.

Anche qui c’è lo scambio di materiale fra gli archi e i fiati.

Il breve sviluppo, a 07:52, raggiunge il suo apice a 08:06 da cui poi diminuisce gradatamente, grazie ad una frase discendente dei fiati.

La Sesta variazione (Vivace), a 08:24, ritorna in tempo binario (2/4) ed è una specie di marcia (sembra quasi di sentire un tema di caccia), proposta dalla brillante e vivace fanfara dei corni, ripresa subito dopo dai legni.

In questo inizio il tema del Corale viene proposto dagli archi pizzicati mentre questi stessi strumenti nella seconda parte, a 08:47, propongono degli scatti che portano ad un vertice incisivo ed espressivo.

In questa variazione Brahms usa un’orchestrazione veramente possente.

Nella Settima variazione (Grazioso), a 09:33, ritornando ad un tempo ternario (6/8), Brahms ci riporta ad un clima di tranquillità e di contemplazione: qui la forma musicale scelta dal compositore è una siciliana dal ritmo cullante, dove la melodia semplice, il controcanto molto leggero, la calma pastorale gli permette di giocare con i timbri orchestrali (archi e fiati propongono insieme la stessa melodia) e con le armonie colorate.

L’Ottava variazione, l’ultima, (Presto non troppo), a 12:00, ritorna nella tonalità minore, portando con sé una specie di senso di mistero: è un moto perpetuo, uno scherzo dal colore tenebroso in cui le linee si sovrappongono progressivamente fino a raggiungere un fitto intreccio sempre più serrato.

La trama contrappuntistica, qui, è molto complessa con le sue imitazioni proposte anche per moto contrario tra le varie famiglie strumentali.

Il Finale, (Andante), a 12:53, torna in si bemolle maggiore.

Esso è costruito sulla forma barocca della passacaglia: un basso ostinato di cinque battute (tratto direttamente dal tema del Corale iniziale), introdotte da violoncelli e contrabbassi, seguiti poi dagli altri strumenti, verrà ripetuto 18 volte tanto che possiamo considerare, a sua volta, questo Finale come un tema con 18 mini-variazioni ognuna delle quali costruita e sostenuta da questo basso ostinato.

L’esposizione del tema del basso dà origine ad un primo episodio con delle sonorità proprie di un organo; arriva poi un secondo episodio che amplifica il primo.

Un nuovo episodio, a 13:55; propone una specie di controsoggetto affidato ai violini primi mentre il basso ostinato continua ad essere proposto dagli strumenti gravi.

Une breve transizione di cinque battute ci porta ad un altro episodio, a 15:07, dove l’ostinato è affidato prima all’oboe accompagnato poi da altri strumenti, e il brano si conclude con il ritorno del corale iniziale, a 15:51, trattato qui con più ornamentazioni.

Subito prima della fine del brano, nella coda del Finale, a 16:24, Brahms cita un passaggio affidato a viole e violoncelli, che è realmente di Haydn e questo possiamo dire che è, senza dubbio, il solo legame tra questo brano e Haydn 🙂

In questo Finale Brahms, che abitualmente è sempre molto essenziale, si … autorizza l’uso di un triangolo.

Johannes Brahms: Variazioni su un tema di Haydn op. 56a – Partitura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!



Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment