Johannes Brahms: Ouverture accademica op. 80 – Guida all’ascolto

Brahms_Ouverture-accademicaL’Ouverture accademica op. 80 di Johannes Brahms è strutturata con una forma rapsodica, come ho già detto nell’introduzione a questa guida all’ascolto e, come tale, è formata da una successione di temi tratti da canzoni tedesche famose in ambito studentesco.

Esse sono quattro, e danno luogo a quattro episodi distinti, anche se i temi vengono presentati senza soluzione di continuità.

Ecco l’ordine dato da Brahms:

  1. Wir hatten gebauet ein stattliches Haus (Abbiamo costruito una grande casa), Allegro in do minore
  2. Der Landesvater (II sovrano), L’istesso tempo, un poco maestoso in do maggiore
  3. Das Fuctislied (La canzone della matricola), Animato in mi minore
  4. Gaudearnus igitur (Rallegriamoci, dunque), che era l’inno degli studenti, Maestoso in do maggiore.

Ora andiamo ad analizzarli uno per uno (questo è il video che ho scelto per fare questa guida all’ascolto).

Wir hatten gebauet ein stattliches Haus (Abbiamo costruito una grande casa)

In questa prima parte troviamo un tema di marcia (Allegro) in pianissimo proposto dagli archi nella regione grave degli strumenti: questo sarà il tema che ci accompagnerà per tutta la composizione e che ritornerà ciclicamente all’interno di tutta l’Ouverture come ritornello nell’esposizione e rielaborazione dei vari temi, fino alla sezione conclusiva a piena orchestra, trionfante, in cui troviamo anche l’inserimento delle percussioni.

Ad esso rispondono i corni, a 00:13, seguiti da un breve episodio di transizione a 00:26, che ci conduce ad un motivo secondario che anticipa il canto Wir hatten gebauet ein stattliches Haus, che viene presentato a 00:39 in forma di corale.

Un ritorno del tema iniziale, a 01:09, ci porta ad un nuovo sviluppo del tema del corale a 01:47 che conclude questa prima sezione.

Der Landesvater (II sovrano)

Questa seconda parte dell’Ouverture (L’istesso tempo, un poco maestoso) comincia a 02:32 con una rielaborazione del tema iniziale più volte ripetuto e variato.

A 03:36 viene presentata la melodia della nuova canzone goliardica, Der Landesvater, dapprima dai violini e poi dagli altri strumenti dell’orchestra.
Questa melodia è energica e imponente, è costruita inizialmente sui gradi principali della scala che lasciano poi il posto a dei cromatismi ed ha la funzione di una pausa lirica.

Das Fuctislied (La canzone della matricola)

Il terzo episodio (Animato), a 04:31, si apre con il motivo Das Fuctislied, il Lied delle matricole, presentato dagli strumenti a fiato.

Questo tema, che ha il carattere di scherzo, è costruito su un intervallo di quarta iniziale, seguito da note ribattute.

Questo episodio forse è il più complesso dell’intera ouverture e sicuramente il più articolato: infatti il tema usato qui si presta a molte manipolazioni che si susseguono fino a 05:41, dove c’è un episodio completamente diverso come carattere che ci porta direttamente a 06:29, dove viene di nuovo riproposto il tema iniziale dell’ouverture, anch’esso rielaborato e variato.

A 07:39 ritorna il tema di Der Landesvater che, intrecciandosi con i vari temi sentiti finora, ci conduce all’ultima sezione di questa Ouverture.

Gaudearnus igitur (Rallegriamoci, dunque)

Qui, a 09:12, troviamo il celebre e grande tema del Gaudeamus igitur (Maestoso) eseguito dai fiati sopra i violini a cui vengono affidate ampie scale ascendenti.

Questo luminoso tema ci porta, con un crescendo di intensità, in un ambiente festoso: la sua audacia quasi … spavalda, direi quasi, ha tutto il sapore di una melodia popolare che conclude in modo trionfale, sia da un punto di vista timbrico (qui vengono aggiunti il triangolo, i piatti e la grancassa) che dinamico, questa Ouverture.

Johannes Brahms: Ouverture accademica op. 80 – Partitura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!

Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment