Johannes Brahms: Danza ungherese n. 3 – Guida all’ascolto

Brahms_Danza-ungherese-3La Danza ungherese n. 3 in fa maggiore, di Johannes Brahms, Allegretto, comincia con una parte dolce e gioiosa: si tratta di un tema quasi pastorale e infantile (“grazioso” è scritto in partitura) tratto da Tolnai Lakodalmas di J. Rizner.

Questo è il video che ho scelto per fare questa guida all’ascolto.

Questo tema limpido, affidato all’oboe, si contrappone a quello minaccioso dei corni (a 00:26) a cui poi si aggiungono i clarinetti (a 00:36).

Nella seconda sezione di questa prima parte, a 01:05, questo secondo tema prende il sopravvento ed è sostenuto dall’incremento ritmico e agogico di tutta l’orchestra (si passa dal piano al forte, il tutto con un poco stringendo, è scritto in partitura).

Il tutto sfocia direttamente nel fortissimo del Poco più animato centrale in re maggiore, a 01:22, una sezione corta, brillante e intensa, la cui prima parte è il punto culminante dell’opera.

Nella versione pianistica abbiamo qui rappresentati tutti i registri dello strumento in modo simultaneo grazie alle sincopi in ottava omoritriche.

Nella versione orchestrale, invece, è facilmente riconoscibile l’allusione al cimbalon, la caratteristica cetra a corde percosse della tradizione zigana.

A 01:35 ritorna la prima sezione ma con i due temi invertiti: infatti dapprima abbiamo il tema dei corni e dei clarinetti che, ritardando poco a poco, cedono il posto al tenero tema iniziale dell’oboe (a 01:53), con un Tempo I, a cui si associa il flauto fino alla fine della danza.

Johannes Brahms: Danze ungheresi – Partitura per pianoforte

Johannes Brahms: Danze ungheresi – Partitura per orchestra

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!

Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment