Igor Stravinskij – Petruška: IV quadro – Guida all’ascolto

Stravinskij_Petruska4Il quarto ed ultimo quadro di Petruška di Igor Stravinskij (Festa popolare e morte di Petruška), si svolge di nuovo all’esterno, sulla Piazza dell’Ammiragliato (siamo a 23:02 del nostro video).

Ritroviamo i temi dell’inizio del balletto riesposti da tutta l’orchestra e lo stesso clima gioioso della festa.

Un diminuendo, affidato a corni e legni, a 24:00, ci porta ad una serie di danze che si succedono:

  • la Danza delle balie (Allegretto) a 24:06 su due temi popolari russi affidati all’oboe il primo (e ripreso da corni e archi) e alla tromba il secondo;
  • la Danza del contadino con l’orso (Sostenuto), separata dalla precedente danza da un’improvvisa e rapida scala cromatica discendente, con l’opposizione degli strumenti gravi agli ornamenti nell’acuto del clarinetto, a 26:28;
  • Le zingare e il venditore ambulante, a 27:53 con una specie di ripresa dell’inizio del quadro, con figure ondeggianti di legni e ottoni e un glissato ascendente degli archi in fortissimo: un nuovo motivo popolare saltellante rappresenta le zingare, mentre il venditore lo ritroviamo nel tema di oboi e clarinetti che seguono il colpo del rullante, tema ripreso in modo rallentato dalla tromba con sordina che viene interrotta dalla
  • la Danza del cocchiere (Moderato), a 29:05, con un ritmo marcato e in contrattempo che ci descrivono il carro trainato da cavalli nervosi e dove ritroviamo la ripresa di uno dei temi popolari sentito in precedenza (a 30:07) e un’orchestra piena che accompagna i tromboni che ci ripropongono il tema del cocchiere;
  • infine Le maschere (Agitato), a 31:12, una danza sfrenata proposta da pianoforte e arpa, con i suoi accordi rapidi, un ritmo a cinque tempi e il tema principale proposto con impetuosità da trombe, tromboni e tuba che poco dopo, dialogano furiosamente con i legni e i corni sostenuti dai timpani, violoncelli e contrabbassi.

Il ritorno all’ambiente festivo del carnevale è interrotto a 32:39 da una nota prolungata delle trombe sole seguite dal tema di Petruška che è inseguito dal Moro che lo uccide con la sua scimitarra.

Qualche nota convulsiva e lamentosa ai legni sugli armonici acutissimi delle viole e dei violoncelli, a 33:25 ci dicono chiaramente la sorte di Petruška.

Alcuni fremiti (tremoli) dei violini all’acuto ci descrivono i curiosi che si avvicinano mentre l’ingresso del fagotto, dall’andamento goffo, a 33:55 ci avvisa dell’arrivo di un poliziotto al quale il Ciarlatano spiega che Petruška è solo una marionetta.

Ma, mentre viene portato via dal Ciarlatano, il sottofondo sordo degli archi con sordina è brutalmente interrotto, a 35:29 dal tema di Petruška alla tromba con sordina, più stridente che mai: Petruška (o il suo alias) appare sul tetto del teatro, agitando i pugni in direzione del Ciarlatano e di tutti quelli che gli hanno creduto.

Il balletto finisce con un motivo alquanto misterioso di quattro note pizzicate degli archi (Molto più lento).

Igor Stravinskij: Petruška – Partitura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!

Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment