Gregorio Allegri – Miserere: Introduzione

Il Miserere di Gregorio Allegri (1582-1652) è un brano per coro a cappella (a nove voci divise in due cori, uno di cinque voci ed uno di quattro) che ha come testo il salmo 51 (50) della Bibbia, composto intorno al 1630 (forse nel 1638) durante il pontificato di Urbano VIII.

Fino almeno al 1870 fu legato al rito della Settimana Santa e veniva eseguito nella Cappella Sistina, alla presenza del Papa, durante il mattutino, quindi era un brano che fu composto essenzialmente per accompagnare, sottolineare e sostenere un momento di preghiera.

Le esecuzioni nella Cappella Sistina furono sospese per 141 anni.

Dopo tale periodo, il Miserere è stato di nuovo eseguito il 9 marzo 2011 nella basilica romana di Santa Sabina, il mercoledì delle Ceneri, alla presenza del papa Benedetto XVI.

Questa composizione, pur essendo molto famosa, non fu pubblicata per tantissimi anni e, anzi, i papi per lungo tempo proibirono l’esecuzione e la diffusione al di fuori della Cappella Sistina per preservarne l’unicità, tanto era considerata sacra.

Inoltre la caratteristica di questo pezzo non è assolutamente nell’uso di tecniche innovative o di artifici melodici o armonici, lo andremo ad ascoltare tra poco, dato che è un brano estremamente (e apparentemente) semplice.

Invece la sua unicità è legata piuttosto al luogo dove il Miserere veniva eseguito, cioè alla Cappella Sistina (e, comunque, possiamo dire in genere ai luoghi sacri, alle chiese).

A questo era anche da aggiungere che l’esecuzione veniva affidata ai cantori abituati a cantare secondo una certa prassi esecutiva, grazie alla quale la musica scritta veniva variata, con aggiunte di diminuzioni, cadenze ed effetti espressivi, tanto da rendere il brano molto diverso da quello scritto.

Solo tre furono le copie autorizzate e distribuite al di fuori dalla Cappella Sistina prima del 1770, mentre Mozart, che ascoltò questo brano durante la sua visita a Roma nel 1770, fece una sua personale trascrizione (a memoria) e probabilmente in seguito a questo fatto fu tolta la minaccia della scomunica.

Come detto qui sopra, il Miserere è una composizione dalla struttura molto semplice e ripetitiva: il primo e il terzo versetto del salmo sono affidati, rispettivamente, al coro a 5 voci e a quello a 4 voci, mentre il secondo e il quarto versetto sono affidati alla voce solista, cioè al tenore e il tutto si ripete per 4 volte senza il minimo cambiamento a livello musicale.

Ma andiamo ora ad analizzare il Miserere e ad ascoltarlo insieme.

Gregorio Allegri – Miserere: Testo

Gregorio Allegri – Miserere: Partitura

Gregorio Allegri – Miserere: Guida all’ascolto

5 thoughts on “Gregorio Allegri – Miserere: Introduzione

  1. Giacomo said:

    Grazie Barbara, è bello sentire e approfondire compositori che pochissimi rischierebbero divulgare ora che siamo confusi da mille proposte soprattutto commerciali o editoriali, sopratutto la partitura è la parte per me più interessante. Giacomo

    • barbara said:

      Grazie a te Giacomo per il tuo commento e il tuo apprezzamento 🙂
      Ciao

  2. Fernando Fiorentino said:

    Vorrei poter vedere lo spartito musicale del Miserere di Gregorio Allegri.
    Mi interessa sapere in particolare se era scritto come si scrivevano i canti gregoriani, cioè usando il tetragramma.
    Ringrazio anticipatamente chiunque mi risponderà.

    • barbara said:

      Buongiorno Fernando,
      il link per lo spartito lo trovi nell’articolo qui sopra: è scritto in pentagramma tradizionale.
      Ciao

  3. Pietro De Santis said:

    Bellissimo brano, si può apprezzare il canto corale e l’atmosfera sacra che viene creata.
    La guida è assolutamente fondamentale.
    Complimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!



Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment