Gioacchino Rossini: Semiramide (Ouverture) – Guida all’ascolto

Rossini_SemiramideL’Ouverture dell’opera Semiramide di Gioachino Rossini, pur rispettando uno schema piuttosto abituale per Rossini, tuttavia ha delle novità formali che poi si ritroveranno in seguito, soprattutto a partire dall’Ouverture del Guillaume Tell.

Ecco il video che ho scelto per fare questa guida all’ascolto.

Una di queste novità è l’Allegro vivace con cui inizia e che ha la funzione di introduzione: un rullo di timpani sostiene un’armonia immobile in cui un breve inciso melodico di quattro note viene ripetuto, in un crescendo che parte dal pianissimo per arrivare al fortissimo, sempre più ravvicinato.

Il tutto si conclude, a 00:29 con tre accordi fortissimi, creando così una sezione piuttosto insolita per l’epoca, in quanto poco rivelante, possiamo dire.

A 00:36 inizia il primo movimento, Andantino: subito i quattro corni ci propongo un grazioso tema in 6/8, particolarmente melanconico, sotto forma di corale che poi si ritroverà nel quintetto del giuramento del I atto.

E questa è un’altra novità di questa Ouverture: per la prima volta Rossini presenta nella parte iniziale dei temi che poi verranno ripresi nel corso dell’opera.

A 01:54 troviamo un secondo, inaspettato, episodio che è un’improvvisa esplosione in fortissimo su un ritmo puntato da parte di tutta l’orchestra che propone degli accordi molto … taglienti, direi.

A 02:22 torna la prima frase, il corale iniziale affidato ora anche agli oboi e contrappuntato dagli arabeschi degli archi pizzicati, mentre a 03:27 la seconda frase viene riproposta nella tonalità minore, creando così sorpresa; ma ancora più sorprendente è il ritorno dell’Introduzione, a 04:14, che chiude così in modo simmetrico la prima parte dell’ouverture.

Il secondo movimento, Allegro in 4/4, a 04:34, propone un primo tema in pianissimo (sotto voce scrive Rossini in partitura) con semicrome staccate che ripetono la stessa nota, affidato ai violini primi, con un carattere più brioso e dolce, completamente diverso dal tema precedente: esso verrà riproposto all’inizio del finale del II atto dell’opera (ma in tempo di 3/4, quindi con quattro sedicesimi in meno rispetto ad ora).

Questo tema viene poi ripreso dagli altri strumenti che ci portano, nel crescendo che culmina su un forte, a 05:23, ad un episodio di transizione, in cui ritroviamo elementi ritmico-melodici già sentiti nell’Andantino precedente.

Dopo una pausa di silenzio, a 06:11 le note sparse qua e là degli archi pizzicati ci portano al secondo tema affidato al clarinetto e al fagotto, dall’andamento marziale, con un accompagnamento degli archi staccato e sempre uguale.

L’ingresso dell’ottavino, a 06:37, renderà il tutto più intenso e radioso.

A 07:02 il pianissimo dei violini, con il loro movimento di semicrome per lo più staccate, dà inizio al crescendo che porterà alla fine di questa sezione.

Una specie di ponte, a 07:54, affidato solo agli archi, ci porta alla ripresa dei temi ascoltati in precedenza: il primo tema dell’Allegro, a 08:24 e il secondo tema sempre dell’Allegro, a 09:14 che è ora nella tonalità di re maggiore (mentre la prima volta era in la maggiore) che porterà al crescendo e alla Coda conclusiva, il tutto a partire da 10:01.

Gioacchino Rossini: Semiramide (Ouverture) – Partitura

Gioacchino Rossini: Semiramide (Ouverture) – Trama dell’opera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!

Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment