Giacomo Puccini – Messa a quattro voci: Sanctus e Benedictus – Guida all’ascolto

Puccini_Messa-a-4-voci_Sanctus-BenedictusLà dove altri, Verdi per primo nel suo Requiem, hanno scritto pezzi grandiosi e luminosi, nel Sanctus e nel Benedictus della Messa a quattro voci di Giacomo Puccini, il compositore sembra invece essere ispirato in modo limitato.

In meno di quattro minuti circa, queste due sezioni essenziali della messa, vanno … di fretta.

Ci troviamo esattamente al minuto 40:06 del nostro video.

La solennità abituale del Sanctus lascia il posto, qui, ad un Andante molto dolce, in sol maggiore e in 4/4.

Puccini riserva il fortissimo al solo versetto pleni sunt …, a 40:51, in cui il coro all’inizio è a cappella e si alterna agli accordi accentati dell’intera orchestra.

Il baritono solo, a 41:24, propone una bella aria, molto delicata e dolce in mi bemolle maggiore (Andantino in 3/4) sul Benedictus, sicuramente la sezione più ispirata di questo movimento.

A 42:50 il coro, sull’Hosanna, ritorna di nuovo in fortissimo, per lasciare spazio ad un pianissimo orchestrale che conclude il pezzo.

Giacomo Puccini: Messa a quattro voci – Partitura

Giacomo Puccini: Messa a quattro voci – Testo (Messale in latino con traduzione in italiano)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!



Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment