Giacomo Puccini – Messa a quattro voci: Gloria – Guida all’ascolto

Puccini_Messa-a-4-voci_GloriaNel secondo movimento della Messa a quattro voci di Giacomo Puccini, il Gloria, il più vasto di tutta la Messa (circa 20 minuti e 9 sezioni), l’allievo-compositore ha voluto, in modo chiaro ed esplicito, manifestare tutto il suo savoir-faire.

Scale armoniche, movimenti contrari, cromatismi, sincopi, fughe e corali: Puccini si cimenta con tutti i generi che tratta con grande passione.

Il Gloria in excelsis Deo è un Allegro ma non troppo in do maggiore e in 2/4 (siamo esattamente al minuto 05:08 del nostro video): un tema vivo e leggero, cantato dalle voci femminili e sostenuto dal pizzicato degli archi prima e dai legni che si aggiungono poco dopo.

Le voci maschili entrano a 05:26, su un mi bemolle maggiore che non ci si aspetta di certo.

La tonalità di do maggiore torna poi a 05:42 e questa volta è proposta con vigore da tutto il coro accompagnato dall’intera orchestra.

Con la modulazione a la bemolle maggiore, a 06:01, Puccini ci introduce all’Et in terra pax, che troviamo subito dopo a 06:08: qui il cambiamento d’atmosfera è molto brusco, tanto che ora il tempo è un Andante.

La tessitura ora decade, tanto che la gaiezza e la gioiosità energica della prima parte lascia il posto al raccoglimento: ora troviamo solo gli archi nel registro medio-grave (con qualche nota di corno ribattuta qua e là).

Gli ottoni e i legni però ritornano alla fine di questa sezione, a 06:44, per annunciare il Laudamus successivo (a 06:50), sempre Andante e in la bemolle, ma ora in 4/4.

Qui il contrappunto di Puccini si afferma in modo categorico e il canto ritorna ad essere più brillante e più lirico, soprattutto sulle parole adoramus, glorificamus Te.

Il Gratias successivo, a 09:06, è un Andante sostenuto in 12/8, nella tonalità di re bemolle maggiore: esso è affidato al tenore solista la cui melodia, strana e molto instabile, all’inizio è doppiata dal flauto.

Quest’aria ha una forma tripartita classica (ABA), dove l’orchestra si riduce ad un semplice accompagnamento molto … essenziale.

A 12:37 un Gloria inatteso ed abbreviato (Puccini riprende solo la parte in do maggiore con il coro al completo) viene ad interrompere questa pagina lirica e ci porta direttamente al Domine Deus successivo, a 13:02, in fa maggiore, in cui ritorna l’Andante sostenuto e il tempo di 12/8.

Qui il coro, discreto in pianissimo e omoritmico, lascia all’orchestra il compito di cantare il tema B del Gratias precedente.

Con una chiusura netta, si arriva, a 13:57 al Qui tollis successivo, Andante mosso in tempo di 4/4.

Il tema, maestoso, è annunciato solo dai bassi accompagnati dagli strumenti gravi e poi ripreso, a 15:03 da tutto il coro.

Dopo un breve episodio affidato ad un soprano solo (anche se nel video che ti propongo questo episodio viene affidato a tutti i soprani), a 15:27, che propone il tema in la bemolle maggiore, lo ritroviamo (il tema) di nuovo proposto in fa maggiore dal coro intero, a 16:26, accompagnato da tutta l’orchestra in un fortissimo molto maestoso.

Il Quoniam che segue a 17:52, è un bellissimo corale in do maggiore, Maestoso in 2/2, proposto dal coro accompagnato dai soli fiati.

Gli archi entrano solo alla fine, a 18:43, sulle parole Jesu Christe.

Dopo una pausa di silenzio, ecco il Cum Sancto Spiritu, a 18:58: questa è una fuga Allegro in do maggiore e in 4/4 dove Puccini dà prova della sua conoscenza del contrappunto.

Qui il tema iniziale del Gloria si mescola con quello proprio di questa fuga, dando così origine ad un finale molto virtuosistico ed … irresistibile 🙂

Giacomo Puccini: Messa a quattro voci – Partitura

Giacomo Puccini: Messa a quattro voci – Testo (Messale in latino con traduzione in italiano)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!

Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment