Category Archives: Arnold Schoenberg

Arnold Schoenberg: Pierrot lunaire op. 21 – Introduzione

Pierrot lunaire op. 21, è un’opera per voce e cinque strumentisti (che suonano in totale otto strumenti), spesso considerata come la più emblematica, composta da Arnold Schoenberg (1874 – 1951) nel 1912, commissionata dall’attrice Albertine Zehme (1857 – 1946), grande attrice viennese ma anche cantante wagneriana di talento. Il testo, composto da ventuno poemi, fu preso dal Pierrot lunaire scritto nel 1884 dal poeta belga Albert Giraud (1860 – 1929) nella traduzione tedesca (o, piuttosto, nell’adattamento molto libero) fatta da Otto Erich Hartleben (1864 – 1905). I poemi, la cui forma francese è piuttosto convenzionale (rondò in versi ottosillabi rimati), …Read more »

Arnold Schoenberg: Variazioni per orchestra op. 31 – Introduzione

Le Variazioni per orchestra op. 31 sono un ciclo di nove variazioni su un tema originale, con un’introduzione e un finale, di Arnold Schoenberg (1874 – 1951). Iniziate nella primavera del 1926, interrotte alla fine della quinta [glossary_exclude]variazione[/glossary_exclude] per essere poi riprese a Roquebrune, in Francia, nel luglio 1928, e terminate nel settembre dello stesso anno, esse furono eseguite per la prima volta (con un’accoglienza disastrosa da parte del pubblico) il 2 dicembre 1928 dai Berliner Philharmoniker diretti da Wilhelm Furtwängler, alla Singakademie am Unter den Linden e furono edite dall’Universal Edition di Vienna l’anno successivo. Sottomessa ad un’organizzazione rigorosa, …Read more »

Arnold Schoenberg: Verklärte Nacht (Notte trasfigurata) op. 4 – Introduzione

Verklärte Nacht (Notte trasfigurata in italiano) op. 4 è un’opera per sestetto d’archi (due violini, due viole e due violoncelli), composta da Arnold Schönberg (1874 – 1951) nel 1899, ed è considerata come la sua prima opera di rilievo. Questo lavoro fu composto in meno di tre settimane e fu scritto per Matilde, la sorella di Alexander von Zemlinsky, della quale Schönberg si innamora in quell’anno e che sposerà in seguito. È un’opera giovanile, scritta a 25 anni, nel periodo tonale del compositore, dove si percepisce l’influenza di Wagner e di Brahms, concatenazioni armoniche che richiamano il wagneriano Tristan und …Read more »

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!

Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment