Arthur Honegger: Pastorale d’estate – Introduzione

ArthurHoneggerPastorale d’estate è un poema sinfonico scritto da Arthur Honegger (1892 – 1955) iniziato nell’estate del 1920 ed eseguito per la prima volta alla Salle Gaveau a Parigi il 17 febbraio 1921 dall’Orchestre Golschmann, diretta da Vladimir Golschmann.

Honegger passò l’estate di quell’anno ai piedi della Jungfrau, in Svizzera, nell’Oberland bernese, e lì compose la sua Pastorale d’estate, terza opera orchestrale importante, dopo il Prélude pour Aglavaine et Sélysette e Le Chant de Nigamon, tanto da ottenere il premio Verley nel corso della prima esecuzione pubblica a Parigi.

Già nel 1919 Honegger stava pensando di scrivere un brano di ispirazione pastorale grazie ad una richiesta del liutaio Léo Sir che voleva far suonare un’orchestra formata dai quattro strumenti ad arco usuali (violino, viola, violoncello e contrabbasso) insieme ad altri sei strumenti ad arco intermedi, che il liutaio voleva costruire.

Questa idea non si concretizzò e la Pastorale d’estate fu scritta per un organico piuttosto piccolo, di soli dieci strumenti: cinque fiati (flauto, oboe, clarinetto, fagotto, corno) e cinque archi (violini I e II, viole, violoncelli e contrabbassi).

Salutato favorevolmente dalla critica, questo pezzo sinfonico ha una scrittura semplice e lineare, un’armonia impressionistica e una ricerca timbrica che ci ricorda da vicino Debussy, e tutto questo facilita la sua esecuzione: le immagine che ci vengono suggerite sono immagini pulite e nitide, con frasi musicali molto liriche e agresti, con un leggero movimento ondulante che ci portano ad ammirare i paesaggi alpini, pieni di quiete e di tranquillità.

La partitura, al suo inizio, porta un’epigrafe che è la prima frase del poema L’Alba, appartenente alle Illuminazioni, del poeta Arthur Rimbaud:

Io ho abbracciato l’alba dell’estate“.

La breve composizione (della durata di circa 7 minuti) è in un solo movimento diviso in due parti: Tranquillo e Vivo e Gaio, con una struttura molto chiara: nell’introduzione, ad esempio, i corni annunciano il tema campestre che verrà poi affidato agli archi.

Ma questo lo vedremo nella guida all’ascolto.

Arthur Honegger: Pastorale d’estate – Partitura

Arthur Honegger: Pastorale d’estate – Guida all’ascolto

One thought on “Arthur Honegger: Pastorale d’estate – Introduzione

  1. Paolo said:

    Questo brano viene citato nel libro “disaccordi imperfetti” di Jonathan Coe, nel racconto “Pentatonica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!



Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment