Piotr Ilic Ciajkovskij – Ouverture 1812 op. 49: Introduzione

PiotrIlicCiajkovskij

L’Ouverture 1812 è una composizione per grande orchestra di Piotr Ilic Ciajkovskij (1840 – 1893) scritta per commemorare l’invasione della Russia da parte dell’armata di Napoleone e la sua devastante ritirata avvenuta nel 1812. In questa Ouverture, quindi, è descritto uno degli episodi più drammatici ed insieme gloriosi della vita della Russia: in quel periodo le truppe di Napoleone, l’Imperatore della Francia, avevano già assoggettato tutta l’Europa fino ad entrare in Russia. Ma qui la guerra durò pochi mesi e l’Armata francese fu sconfitta dalle truppe russe. “Per la Russia del XIX secolo la guerra contro Napoleone, le sue vittorie, la sua …Read more »

Gregorio Allegri – Miserere: Introduzione

GregorioAllegri

Il Miserere di Gregorio Allegri (1582-1652) è un brano per coro a cappella (a nove voci divise in due cori, uno di cinque voci ed uno di quattro) che ha come testo il salmo 51 (50) della Bibbia, composto intorno al 1630 (forse nel 1638) durante il pontificato di Urbano VIII. Fino almeno al 1870 fu legato al rito della Settimana Santa e veniva eseguito nella Cappella Sistina, alla presenza del Papa, durante il mattutino, quindi era un brano che fu composto essenzialmente per accompagnare, sottolineare e sostenere un momento di preghiera. Le esecuzioni nella Cappella Sistina furono sospese per …Read more »

Ludwig van Beethoven – Ouverture da “Coriolano” op. 62: Introduzione

LudvigVanBeethoven

L’Ouverture per il Coriolano di Heinrich Joseph von Collin (1771-1811), poeta e drammaturgo austriaco piuttosto famoso alla sua epoca e stimato anche da Goethe, fu scritta da Ludwig van Beethoven (1770 – 1827) nel 1807 e pubblicata nel 1808 come op. 62. Nel marzo del 1807 venne eseguita per la prima volta in forma privata in casa del principe Lobkowitz a Vienna, diretta dallo stesso Beethoven, in occasione della prima del Quarto concerto per pianoforte e orchestra e della Quarta sinfonia. Pubblicamente, invece, non fu eseguita per la prima rappresentazione del dramma (il 24 aprile 1807 a Vienna), ma nel dicembre …Read more »

Antonín Dvořák – Stabat Mater: Introduzione

AntoninDvorak

La cantata religiosa Stabat Mater op. 58 (originariamente op. 28 B.71) per soli, coro e orchestra è un’opera del compositore boemo Antonin Dvořák (1841 – 1904) scritta, o meglio iniziata fra il 19 febbraio e il 7 maggio 1876 ed è il suo primo lavoro su tema religioso. L’inizio della composizione è stata dettata dalla reazione del compositore alla morte di sua figlia Josefa, ma fu presto interrotta per rispettare alcuni impegni presi precedentemente. La riprese in mano nel 1877, quando due dei suoi figli morirono a distanza di poco tempo. Dvořàk rimase molto segnato da questi avvenimenti: iniziò a mettere …Read more »

Il Contrappunto

contrappunto

Il termine contrappunto deriva dal latino punctum (o punctus) contra puctum, cioè punto contro punto, nota contro nota (possiamo tranquillamente tradurre il termine punctum con nota), ed è l’arte di sovrapporre due o più linee melodiche secondo principi e regole, legate alla tradizione musicale occidentale, che si svilupparono nel corso della storia della musica. Possiamo trovare, soprattutto fino alla fine del ‘500, intere composizioni scritte secondo le regole del contrappunto (ricercare o fuga) così come, invece, possiamo ritrovarlo saltuariamente in altre forme musicali in cui si vuole dare risalto allo sviluppo tematico, armonico e ritmico del materiale musicale (sonata, sinfonia o concerto). Venne usato a …Read more »

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!



Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment



Categorie