Category Archives: Wolfgang Amadeus Mozart

Wolfgang Amadeus Mozart: Concerto per pianoforte e orchestra n. 24, K 491 – Introduzione

WolfgangAmadeusMozart

Il Concerto per pianoforte n. 24 in do minore K 491, tra i più famosi ed eseguiti tra tutti i concerti scritti da Wolfgang Amadeus Mozart, fu terminato il 24 marzo 1786 a Vienna tre settimane dopo il concerto per pianoforte K.488. Esso ha un carattere più tragico rispetto all’altro (ed unico) concerto mozartiano scritto in tonalità minore, il n. 20 in Re minore K 466 (composto un anno prima, nel febbraio del 1785): qui Mozart dà spazio ad una conflittualità forse mai più raggiunta, ad una profonda malinconia. D’altronde la tonalità di do minore in Mozart (e lo sarà …Read more »

Wolfgang Amadeus Mozart: Concerto per pianoforte e orchestra n. 21, K 467 – Introduzione

WolfgangAmadeusMozart

Il Concerto n. 21 in do maggiore K 467 è un concerto per pianoforte e orchestra del compositore austriaco Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791), pubblicato nel 1800 da Breitkopf & Härtel di Lipsia. Fu terminato il 9 marzo 1785, quattro settimane dopo il Concerto n. 20 in re minore K 466 (sempre per pianoforte e orchestra), concerto più vivace e appassionato rispetto al n. 21, più calmo e maestoso: esso corrispondeva esattamente alle caratteristiche esposte dallo stesso Mozart: semplicità e immediatezza tematica, efficacia espositiva, maestosità sinfonica e brillantezza nel fraseggio solistico. La prima esecuzione pubblica avvenne il giorno dopo …Read more »

Wolfgang Amadeus Mozart: Sinfonia n. 41 in do maggiore “Jupiter”, K 551 – Introduzione

WolfgangAmadeusMozart

Il 10 agosto 1788 a Vienna Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791) dà l’ultimo tocco alla sua ultima sinfonia, la n. 41 in do maggiore, K 551. Dopo la lotta ardente della Sinfonia n. 40, qui troviamo il trionfo. Intanto nella scrittura, in quanto il contrappunto e l’armonia sono usate con una maestria che si dissimula più che mai sotto una facilità sorprendente. Nella costruzione poi: una struttura idealmente equilibrata, le cui vaste dimensioni formano un ensemble assolutamente proporzionato, di una logica formale sorprendente (soprattutto quando sono fatte tutte le riprese). Le ultime tre sinfonie mozartiane (di cui questa è l’ultima) sono state …Read more »

Wolfgang Amadeus Mozart: Grande Messa in Do minore K 427 (K 417 a) – Introduzione

WolfgangAmadeusMozart

La Grande Messa in do minore K 427 (K 417 a) è un’opera incompleta di Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791) scritta tra l’agosto del 1782 e il maggio del 1783 e considerata, insieme al Requiem, come l’apice delle sue opere religiose. Mozart la compose a Vienna, in procinto di sposarsi con Konstanze Weber e dopo che la sua carriera di compositore di musica sacra presso il principe e arcivescovo Colloredo, a Salisburgo, era terminata. Quindi è un’opera non scritta su commissione, anzi: è l’unica messa che non gli sia stata commissionata e nella quale il compositore può esprimere liberamente il suo …Read more »

Wolfgang Amadeus Mozart: Krönungsmesse (Messa dell’Incoronazione) K 317 – Introduzione

WolfgangAmadeusMozart

La Messa in do maggiore K 317, detta dell’Incoronazione (Krönungsmesse) di Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791), composta il 23 marzo 1779 (data riportata sul manoscritto), è nello stesso classica e atipica. Composta per quattro solisti, coro misto, 2 oboi, 2 corni, 3 tromboni, timpani, archi e organo, essa è relativamente breve: infatti dura appena una mezz’oretta tanto che a volte è chiamata, erroneamente, Missa Brevis (erroneamente perché la messa breve non presenta il Gloria e il Credo). Ma è importante notare che quest’opera marca l’inizio della grande maturità di Mozart, ancora ventitreenne, è una delle messe composte per Salisburgo e …Read more »

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!



Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment



Categorie