Category Archives: Gioacchino Rossini

Gioacchino Rossini – L’italiana in Algeri: Ouverture – Introduzione

GioacchinoRossini

L’italiana in Algeri di Gioacchino Rossini (1792 – 1868) (così come La gazza ladra, scritta nel 1871), ha il raro privilegio di avere, al contrario delle altre opere di Rossini del genere buffo e semi-serio, un’ouverture propria. Né [glossary_exclude]ripresa[/glossary_exclude] da opere precedenti, né riutilizzata in seguito per nuove opere, questa ouverture presenta un’affinità particolare con l’opera che segue. Grazie alla musica turca usata qui da Rossini, veniamo subito trasportati nell’Impero ottomano. Siamo nel 1813, un anno particolarmente favorevole per un Rossini appena ventunenne: il 6 febbraio, durante il carnevale, il suo Tancredi viene rappresentato alla Fenice di Venezia, il 22 maggio, sempre a Venezia …Read more »

Gioacchino Rossini: Semiramide (Ouverture) – Introduzione

GioacchinoRossini

Semiramide è un’opera seria di Gioachino Rossini (1792 – 1868) rappresentata per la prima volta al Teatro La Fenice a Venezia il 3 febbraio 1823 con Isabella Colbran, Filippo Galli (basso) e Luciano Mariani. L’opera è in due atti su libretto di Gaetano Rossi, ispirata alla “Tragédie de Sémiramis di Voltaire, scritta da Rossini nella villa della moglie (il famoso soprano Isabella Colbran) presso Bologna. In Semiramide, le prodezze vocali sono … impressionanti e praticamente tutti gli ammiratori di Rossini sono d'[glossary_exclude]accordo[/glossary_exclude] nel dire che si tratta di un’opera eccezionale. Essa, infatti, è vista come una specie di cambiamento improvviso nella carriera di Rossini, …Read more »

Gioacchino Rossini: La gazza ladra (Ouverture) – Introduzione

GioacchinoRossini

La gazza ladra è un’opera italiana in due atti di Gioacchino Rossini (1792 – 1868) scritta nel 1817. Il libretto di Giovanni Gherardini è un adattamento di un pezzo teatrale contemporaneo (1815) di Théodore Baudouin d’Aubigny et Louis-Charles Caigniez: La Pie voleuse ou la Servante de Palaiseau. Composta dopo La Cenerentola, l’opera riportò un grande successo fin dalla prima esecuzione e resta oggi molto famosa per la sua ouverture. Questa opera è la prima di una lunga serie di opere semiserie di Rossini. La trama, in breve, parla di Ninetta, una serva il cui padre è un soldato. Il suo signore, Fabrizio, ha un …Read more »

Gioacchino Rossini: Guillaume Tell (Ouverture) – Introduzione

GioacchinoRossini

Guillaume Tell, l’ultima opera composta da Gioacchino Rossini (1792 – 1868), su libretto di Etienne de Jouy e Hippolyte Bis, tratto dall’omonima tragedia (Wilhelm Tell) di Friedrich Schiller (1804), il trentasettesimo lavoro operistico rossiniano, fu rappresentata per la prima volta al Théâtre de l’Opéra di Parigi (Salle Le Peletier) il 3 agosto 1829, sotto la direzione del celebre Habeneck e con un trio di solisti prestigiosi (Nourrit, Dabadie e la Cinti-Damoreau). Il Giullaume Tell in quattro anni raggiunse le 100 rappresentazioni e fu il canto del cigno di Rossini. Esso è considerato come il primo grand-opéra della storia, con le sue azioni …Read more »

Gioacchino Rossini: Il barbiere di Siviglia (Ouverture) – Introduzione

GioacchinoRossini

L’Ouverture de Il Barbiere di Siviglia, opera buffa che Gioacchino Rossini (1792 – 1868) scisse probabilmente in pochi mesi tra la fine del 1815 e il febbraio del 1816 quando andò in scena al Teatro Argentina a Roma, è un brano non originale e che in realtà era stato utilizzato dallo stesso Rossini in altre due occasioni. Di solito il brano d’apertura di un’opera (che poteva chiamarsi Ouverture o Sinfonia, senza che queste due parole si riferissero ad un genere musicale specifico) veniva scritto alla fine di tutto il lavoro e non era poi così strano autocitarsi, cioè riprendere brani propri eseguiti …Read more »

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!



Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment



Categorie