Wolfgang Amadeus Mozart: Concerto per pianoforte e orchestra n. 24, K 491 – Introduzione

WolfgangAmadeusMozart

Il Concerto per pianoforte n. 24 in do minore K 491, tra i più famosi ed eseguiti tra tutti i concerti scritti da Wolfgang Amadeus Mozart, fu terminato il 24 marzo 1786 a Vienna tre settimane dopo il concerto per pianoforte K.488. Esso ha un carattere più tragico rispetto all’altro (ed unico) concerto mozartiano scritto in tonalità minore, il n. 20 in Re minore K 466 (composto un anno prima, nel febbraio del 1785): qui Mozart dà spazio ad una conflittualità forse mai più raggiunta, ad una profonda malinconia. D’altronde la tonalità di do minore in Mozart (e lo sarà …Read more »

Claude Debussy: Cloches à travers les feuilles (da “Images 2”) – Introduzione

ClaudeDebussy

Collegata alla precedente (Images 1), la raccolta Images 2, L 120 per pianoforte, di Claude Debussy sembra portare lo sperimentalismo espressivo e tecnico del compositore francese ad un livello ancora più puro e immateriale. La raccolta fu composta nell’ottobre 1907, pubblicata l’anno successivo da Durand (Parigi) ed eseguita per la prima volta al Cercle Musicale di Parigi il 21 febbraio 1908. Nelle varie raccolte pianistiche scritte da Debussy in questo periodo (e quindi anche in Images 2) il compositore sperimentò un nuovo modo di scrivere per il pianoforte (il cosiddetto impressionismo musicale): la scrittura pianistica è “fluida, varia e sorprendente”, …Read more »

Edgard Varèse: Hyperprism – Introduzione

EdgarVarese

Hyperprism, questo breve brano composto da Edgar Varèse (1883 – 1965) nel 1922 – 1923, dedicato a Nena e José Juan Tablada (poeta messicano autore di La Croix du Sud che Varèse mise in musica nel secondo pezzo di Offrandes), rappresenta il primo tentativo di Varèse di spazializzare la musica per realizzare un’opera prismatica nella sua dimensione di deformazione, di decomposizione, di diffrazione: abbiamo qui un equivalente sonoro della decomposizione della luce grazie ad un prisma. Le sonorità (strumenti a fiato e percussioni si affrontano e si respingono mutualmente) sembrano sottomesse alla decomposizione: i piani sonori sono in [glossary_exclude]movimento[/glossary_exclude], le masse evolvono, variano in …Read more »

Robert Schumann: Sinfonia n. 4 in re minore, op. 120 – Introduzione

RobertSchumann

La Sinfonia n. 4 in re minore, op. 120, è stata composta da Robert Schumann (1810 – 1856) nello stesso anno della sua Prima Sinfonia, nel 1841. Cronologicamente, quindi, sarebbe la sua seconda sinfonia. Eseguita per la prima volta il 6 dicembre 1841, con il titolo originale di Fantasia sinfonica, dall’orchestra del Gewandhaus di Leipzig, sotto la direzione del primo violino, Ferdinand David. Questa sinfonia manifestava l’intenzione di Schumann di far cadere lo schema sinfonico tradizionale: i movimenti, infatti, si concatenano senza interruzione e i temi circolavano tra di essi (troviamo perciò già presente il principio ciclico caro a César Frank …Read more »

Felix Mendelssohn-Bartholdy: Das Märchen von der schönen Melusine (La bella Melusina), op. 32 – Introduzione

FelixMendelssohnBartholdy

Senza dubbio Das Märchen von der schönen Melusine (La bella Melusina), op. 32 è una delle opere orchestrali meno conosciute di Felix Mendelssohn-Bartholdy (1809 – 1847), ma sicuramente è una delle pagine più poetiche del compositore e, forse, di tutto il repertorio romantico tedesco, in quanto questa ouverture è impregnata di grazia e di eleganza. Il compositore qui disegna, in musica, il ritratto dei due personaggi principali della leggenda che ha per [glossary_exclude]tema[/glossary_exclude] la ricerca della conoscenza proibita: la bella Melusina, dalla silhouette slanciata, è condannata a trasformarsi in pesce (o in serpente, a seconda delle versioni) un giorno alla settimana. Melusina era una fata …Read more »

CLICCA QUI e scarica subito l'E-BOOK GRATUITO: “Guida all’ascolto dello Stabat Mater di Antonín Dvorák”

Segui guidaallascolto sui Social Network!



Come trovi questo sito?

Eccellente
Ottimo
Buono
Così così
Scadente
Pessimo
No comment



Categorie